fbpx
Sbiancamento denti

Sbiancamento denti

Uno dei trattamenti estetici più richiesti dai pazienti è spesso lo sbiancamento dentale.

 

Oggi, infatti, molti cercano di migliorare il proprio sorriso anche da un punto di vista estetico: denti bianchi e sani si possono oggi ottenere con tecniche professionali dal dentista e anche a casa propria, su indicazione del proprio dentista o igienista dentale.

Se sei arrivato su questa pagina è perché probabilmente anche tu, come molti altri pazienti, hai a cuore l’estetica del tuo sorriso o sei interessato a sbiancare i denti o semplicemente a capire meglio di cosa si tratta.

Vediamo insieme i punti più importanti per darti una panoramica a 360° sul mondo dello sbiancamento dentale.

Cos’è lo sbiancamento dentale?

Lo sbiancamento dentale è un trattamento per rendere i denti più bianchi. Viene effettuato da quelle persone a cui non piace la gradazione del colore dei propri denti, che dipende spesso da caratteristiche genetiche del proprio dente o da altri fattori esterni come l’abitudine di fumare, o il troppo consumo di cibi e bevande da colori particolarmente scuri come caffè, thè e liquirizia.

Esistono diversi tipi di trattamento tra cui scegliere, alcuni anche molto rapidi e poco invasivi.

Sbiancamento denti

Quando effettuare lo sbiancamento dentale?

Un trattamento di sbiancamento dentale è consigliato in caso di discromie dentali, cioè quando i denti del paziente cambiano colore o assumono gradazioni di colore leggermente diverse, che da un punto di vista estetico non risulta particolarmente gradevole.

Spesso i denti tendono ad avere tonalità che variano dal giallino chiaro, al grigio o al marrone. Questo dipende dalle proprietà naturali del proprio dente o dallo stile di vita del paziente.

Lo sbiancamento dentale può essere eseguito sia su denti sani, sia su denti devitalizzati (cioè quei denti che hanno perso la vitalità a causa di eventuali infezioni). Sui denti devitalizzati il processo di sbiancamento potrebbe essere più lungo, ma è comunque possibile ottenere buoni risultati.

Quali sono i tipi di sbiancamento?

Generalmente esistono due tipologie per sbiancare i denti.

  1. Sbiancamento a lucidatura: con questa tecnica si ottiene un primo sbiancamento attraverso l’eliminazione meccanica delle macchie superficiali.
  2. Sbiancamento con prodotti dedicati: questa tecnica avviene tramite l’utilizzo di sostanze decoloranti, applicate dal dentista o igienista dentale.

Questi trattamenti possono essere eseguiti in due modi:

  1. Sbiancamento professionale: eseguito professionalmente dal proprio dentista o igienista dentale, presso le proprie strutture.

  2. Sbiancamento domiciliare: sono tutti i trattamenti eseguiti in autonomia dal paziente a casa con prodotti specifici indicati e consegnati dal dentista o igienista dentale.

Ti starai quindi domandando se quindi è possibile farsi lo sbiancamento dentale da soli.

La risposta è si, solamente quando è il professionista a fornire indicazioni e strumenti per eseguirlo in autonomia a casa.

Non bisogna confondere lo sbiancamento domiciliare con i prodotti che a volte si possono acquistare in autonomia in farmacie, parafarmacie, supermercati oppure online. Questi prodotti sono prodotti meramente cosmetici che, per legge, possono contenere massimo lo 0,1% di perossido di idrogeno (che è uno dei fattori sbiancanti utilizzato).

Prodotti di questo tipo, come penne sbiancanti, striscette adesive o mascherine standard sbiancanti hanno quindi un effetto molto blando e poco duraturo nel tempo.

Sbiancamento denti matrimonio sposa

Come avviene lo sbiancamento domiciliare?

Durante la seduta in poltrona, il proprio dentista o igienista dentale prenderà l’impronta dentale del paziente, e su questa impronta verranno create delle mascherine personalizzate che serviranno per l’applicazione dello sbiancamento a casa.

Le mascherine sono personalizzate perfettamente sui denti del paziente, per garantire un’applicazione efficace e uniforme.

Al contrario, le mascherine che si possono acquistare online sono mascherine standard, che non si adattano perfettamente sulla superficie del dente e, come già anticipato, hanno una componente sbiancante molto irrisoria (massimo lo 0,1%).

Le mascherine sbancamenti per il trattamento domiciliare, invece, contengono fino al 10-16% di principio attivo sbiancante.

Il trattamento con le mascherine può durare diverse settimane ed è particolarmente efficace nel tempo.

Come avviene lo sbiancamento professionale?

Lo sbiancamento professionale avviene con una comune visita in poltrona dal proprio dentista. L’odontoiatra o l’igienista dentale utilizzano prodotti specifici, combinati a strumenti con sorgenti luminose, come nell’utilizzo del laser.

Questi prodotti contengono un principio sbiancante molto alto rispetto agli altri trattamenti e forniscono un risultato visibile già al termine della seduta.

I prodotti più comunemente utilizzati dai professionisti sono composti da gel a base di perossido di idrogeno al 38% o da gel a base di perossido di carbammide al 45%.

Solitamente un trattamento sbiancante professionale avviene con una o due sedute di circa un’ora.

Sbiancamento denti

Qual è la differenza tra lo sbiancamento professionale e domiciliare?

Le principali differenze si trovano nella quantità di principio attivo sbiancante contenuto e nella durata dell’effetto nel tempo.

Lo sbiancamento professionale avviene appunto in una o due sedute con l’applicazione di prodotti altamente sbiancanti che permettono al paziente di avere un effetto visibile già a fine seduta.

Il colore del dente cambia molto velocemente e la durata è di circa 13-16 mesi.

Lo sbiancamento domiciliare, invece, avviene con prodotti sbiancanti a concentrazione minore rispetto a quello professionale, ma prevede un’applicazione più lunga e costante nel tempo.

Il risultato di denti bianchi sarà visibile più lentamente nel tempo, ma una volta raggiunto lo sbiancamento massimo la durata dell’effetto raggiunge anche i 2-3 anni.

Noi consigliamo sempre di effettuare una visita specialista dal proprio dentista o igienista dentale per ricevere consulto e indicazioni sicure sul possibile trattamento di sbiancamento, prima di iniziare in autonomia a casa propria.

False credenze sullo sbiancamento dentale

Esistono anche molti luoghi luoghi comuni e false credenze su altri metodi di sbiancamento, come ad esempio l’utilizzo del bicarbonato sui denti, foglie di limone o addirittura il succo di limone stesso.

Noi sconsigliamo assolutamente di improvvisare in autonomia tentativi di sbiancamento non sicuri.

Queste azioni sono molto pericolose per la salute orale, perché danneggiano il dente in modo permanente, rovinando lo smalto che lo protegge ed erodendo gradualmente la superficie.

Di conseguenza:

  • aumentano le probabilità di carie perché lo smalto danneggiato non è più in grado di fare da scudo a gli attacchi esterni;
  • i denti potrebbero diventare più sensibili;
  • le macchie che apparentemente potrebbero scomparire con l’utilizzo di bicarbonato o limone, in realtà tendono a tornare di più e più velocemente.

Per questo motivo consigliamo di non utilizzare queste tecniche, ma di anticipare una seduta di igiene orale professionale, dove il dentista o l’igienista dentale sapranno consigliarti al meglio.

Sbiancamento denti

Lo sbiancamento dentale può danneggiare lo smalto dei denti?

È una domanda che spesso i pazienti fanno, perché applicare prodotti sui propri denti sembra sempre un’operazione invasiva.

È garantito, invece, che lo sbiancamento dentale effettuato da un professionista con prodotti specifici non intacca lo smalto del dente, che rimane intatto. I denti non subiscono quindi alcun danno con lo sbiancamento; potrebbe presentarsi solo una leggera sensibilità dopo il trattamento.

Requisiti per effettuare uno sbiancamento

È vero che effettuare uno sbiancamento dentale è un’operazione che può essere rapida e con risultati visibili a breve termine, ma occorre che i denti siano preparati al trattamento.

Per questo motivo, lo sbiancamento è spesso preceduto da un trattamento di detartasi (cioè l’igiene o pulizia dentale) che serve a togliere il tartaro, la placca ed eventuali altri elementi che hanno intaccato il dente.

Una delle tecniche ad oggi più efficaci e meno fastidiose per effettuare l’igiene orale è l’air polishing: questa tecnica utilizza un getto di aria combinata ad acqua e bicarbonato di sodio direttamente sul dente, tramite uno strumento specifico.

Una volta effettuata una profonda e completa igiene orale è possibile procedere con lo sbiancamento dentale. Spesso i due trattamenti possono essere eseguiti nella stessa seduta dal proprio dentista.

Ad ogni modo, sarà il tuo dentista o igienista dentale a fornirti un quadro completo e a confermarti la possibilità o meno di effettuare lo sbiancamento dentale, a seconda della tua personale situazione.

Sbiancamento denti

Acceleratori dello sbiancamento

In alcuni casi, durante lo sbiancamento professionale può essere utilizzato il laser, il led o altre sorgenti luminose per accelerare l’efficacia e il risultato del trattamento di sbiancamento. 

L’azione del laser, ad esempio, genera un calore che permette ai prodotti sbiancanti professionali di rilasciare radicali liberi maggiormente in grado di penetrare la struttura superficiale del dente. Questa azione innesca delle reazioni sulla superficie del dente che portano le molecole delle macchie a scomporsi in elementi più piccoli che poi possono essere eliminati più facilmente.

Cosa fare dopo la seduta di sbiancamento

Dopo aver effettuato un trattamento di sbiancamento dentale è fondamentale evitare per almeno 24 ore l’assunzione di bevande o cibi molto coloranti (caffè, the, liquirizia) ed evitare di fumare.

Altri cibi comuni e molto coloranti da evitare appena dopo il trattamento sono il vino rosso, bevande gassate, pomodoro, curry, fragola e lampone.

Lo sbiancamento non è doloroso, ma potrebbe rendere il dente più sensibile. Questa sensibilità scompare entro qualche giorno dal trattamento.

Conclusioni

Se hai letto tutto questo articolo significa che per te avere un sorriso bianco e sano è molto importante. Questa pagina desidera fornirti alcune informazioni utili che spesso i pazienti ci chiedono, ma ti consigliamo di consultare sempre il tuo dentista per essere sicuro di effettuare un trattamento di sbiancamento dentale sicuro e adatto alla tua personale situazione.

In CMO abbiamo creato un reparto di igiene orale e sbiancamento dentale, con igienisti dentali laureati e costantemente formati su tecniche, metodologie e applicazioni per garantire un servizio sicuro e tenere a mente aspettative e bisogni del paziente.

Se desideri prenotare una visita in CMO, contattaci tramite il modulo qui di seguito. Puoi chiamarci anche al telefono o scriverci su Whatsapp o Messenger.

Richiedi informazioni

Compila il modulo per essere ricontattato da Erika o Barbara, le nostre segretarie.

Non vediamo l’ora di accoglierti a casa nostra per conoscere la tua storia. Il nostro studio dentistico si trova a Nogara, vicino a Verona, Legnago, Mantova e Ostiglia.

Se hai domande o desideri più informazioni contattaci, faremo il meglio per aiutarti!
Dott. Giampaolo Zanotto CMO Studio Dentistico

Eccellenza, benessere, ascolto. Benvenuto in CMO.

«Da 25 anni curo i miei pazienti per ridonare la libertà di sorridere grazie alla passione e alla formazione costante»

Iscriviti per ricevere GRATIS la guida “Denti Bianchi: Tutti i Segreti”, conoscere la mia storia, le novità e gli aggiornamenti di CMO via email.