Risoluzione di agenesia con tecnica conometrica

Oggi vi raccontiamo il caso di Anna, 26 anni.

 

Anna è arrivata in CMO e riportava una agenesia degli incisivi laterali superiori: sostanzialmente non le erano mai cresciuti i due denti in questione.

 

Con Anna la terapia individuata e applicata è stata la seguente.

 

Innanzitutto è stato effettuato l’inserimento di due impianti, in corrispondenza dei denti mancanti, e successivamente i due denti provvisori sono stati inseriti con carico immediato.

 

Per fare questo è stata utilizzata la tecnica conometrica. Di cosa si tratta? Sostanzialmente i denti vengono trattenuti direttamente sugli impianti grazie alla componentistica conometrica. Nell’impianto viene inserita la cappetta conometrica e su quest’ultima viene agganciato automaticamente il dente con una presa perfetta e una estrema affidabilità di tenuta.

 

Con questa tecnica l’invasività dell’intervento è ridotta al mimino, perché non vengono utilizzate viti di ritenzione, e quindi non vengono forati i denti per effettuare l’ancoraggio.

 

Inoltre, grazie alla tecnica conometrica non vengono utilizzati cementi, che potrebbero in casi di residui presentare problemi di infezione alle gengive.

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter

Lascia un commento

Dott. Giampaolo Zanotto CMO Studio Dentistico

Eccellenza, benessere, ascolto. Benvenuto in CMO.

«Da 25 anni curo i miei pazienti per ridonare la libertà di sorridere grazie alla passione e alla formazione costante»

Iscriviti per ricevere GRATIS la guida “Denti Bianchi: Tutti i Segreti”, conoscere la mia storia, le novità e gli aggiornamenti di CMO via email.

ENTRA A FAR PARTE DEL MONDO CMO!

Ricevi la guida "Denti Bianchi" e molto altro!